A+ A A-

Un pò di chiarezza sulle pressioni...

Pressioni di Esercizio, Pressione Minima, Pressione Massima, Perdita di Carico....che CAOS! Facciamo un pò di chiarezza...


In Idraulica, ma non solo, due sono gli elementi sempre da conoscere e tenere sotto controllo...PORTATA & PRESSIONE
Siate pronti, non fatevi cogliere in fallo e prima dell'intervento del tecnico accertatevi di questi due dati. Il tecnico ve ne sarà grato perchè non perderà tempo ad individuare dati che Voi, in quanto proprietari del sistema irriguo, dovreste conoscere a menadito.
Voi guadagnerete tempo e denaro suggerendo immediatamente al tecnico i dati basilari per fare una qualsiasi considerazione. Se, al contrario, non vi venissero richiesti i dati "magici", allora i casi sono due:

 

  • il tecnico è convinto che Voi non li sappiate (e, purtroppo, a volte è proprio così)
  • Il tecnico ritiene non siano dati "sensibili" (in questo caso....cambiatelo!)


Per non sovraccaricare l'"hard disk" che abbiamo tra i padiglioni auricolari, cominciamo dalla PRESSIONE. La confusione maggiore si crea quando si parla di batterie filtranti, magari automatiche. Ogni filtro, ogni batteria filtrante ha parametri di pressioni differenti che dobbiamo tenere presente se vogliamo garantire un funzionamento regolare e senza intoppi di sorta.

Per riassumere:

 

  • Pressione Nominale o PN
  • Pressione Massima di Esercizio
  • Pressione Minima
  • Perdite di Carico in mca


Questi sono dati che è bene conoscere ed ora Vi spiego perchè.

 

PRESSIONE NOMINALE (PN)

Quando dovete confrontare due filtri simili, diciamo a rete o graniglia, oltre al Diametro (2" - 3" - DN80 etc) cercate di individuare il dato di PN.
Questo indica la pressione massima sostenibile dal filtro per brevi periodi. Un filtro PN10 ha una pressione massima di "picco" pari a 10 bar mentre un PN8 l'avrà pari a 8 bar. Più importante è essere coscienti che gli elementi costitutivi del filtro sono stati realizzati per
sopportare picchi di pressione di questo livello (Spessori di lamiera, guarnizioni, sistemi di chiusura, attacchi etc).


PRESSIONE MASSIMA DI ESERCIZIO (MAX WORKING PRESSURE)

Questo indica la pressione massima sostenibile dal filtro per periodi prolungati, senza per questo incorrere in danni strutturali o cedimenti. Ricordo idrocicloni e filtri a rete PN10 applicati a pozzi subire pressioni continuative di lavoro (6/8 ore al giorno) pari a 8 bar.
La Pressione di Esercizio è ovviamente più bassa della Pressione Nominale. Generalmente un PN10 ha una Massima di esercizio pari a 8 bar.

 

PRESSIONE MINIMA

Quando dovete confrontare due filtri simili informatevi sempre sulla pressione minima di funzionamento in modo da non incorrere in strani fenomeni di malfunzionamento.
Spesso la Pressiione Minima equivale al valore minimo, espresso in mca o bar, da garantire in fase di lavaggio. Questo valore minimo garantisce la corretta fase di pulizia del filtro. Generalmente è un valore combinato con un dato, anch'esso importante, di Portata di Lavaggio. Alcuni esempi:


1. Filtro a dischi automatico - Pressione Minima di Lavaggio pari a 2,8 - 3,5 bar (necessaria per aprire il pacco dischi e sciacquarlo)
2. Filtro a rete automatico - Pressione Minima di Lavaggio pari a 2,0 bar (anche se i risultati migliori si ottengono a 2,5-3,0 bar)
3. Filtro a graniglia automatico - Pressione Minima di Lavaggio pari a 1,5-2,5 bar


Generalmente i corretti valori di pressione in fase di lavaggio vengono garantiti mediante l'installazione di Idrovalvole di Sostegno Pressione a valle delle batterie filtranti.

 

PERDITE DI CARICO IN mca

Quando dovete confrontare due filtri simili cercate di individuare nelle tabelle tecniche i dati relativi alle perdite di carico a determinate portate. Ad esempio un filtro a graniglia può rivelare una perdita di carico a 40 mc/h pari a 2,5 mca (0,25 bar) mentre un'altro di pari taglia oltrepassa le 3,0 mca. Un aumento di un 15-20% delle perdite di carico sono indice di prestazioni di livello assolutamente inferiore!
Ricordare sempre che Perdite di Carico elevate, espresse in mca o bar di pressione, possono significare un risparmio nell'immediato (tubi, valvole, filtri sottodimensionati) ma una spesa molto più alta giorno per giorno (gasolio o energia elettrica) e grattacapi a non finire! Portatevi a casa queste informazioni perchè vi faranno risparmiare eurini e parolacce. MA SOPRATTUTTO INSTALLATE I MANOMETRI OVUNQUE SI RENDA NECESSARIO PERCHE' VI DANNO INFORMAZIONI IMPORTANTI!

 

Si ringrazia per la collaborazione il Dottor Alberto Quattrini autore del blog

L'articolo completo lo potete trovare al seguente link: http://www.microirrigo.com/2011/04/filtri-pressioni-di-esercizio-pressione.html

 

Ultima modifica ilMercoledì, 20 Giugno 2012 23:12
Devi effettuare il login per inviare commenti