A+ A A-

Difesa dall'afide su pesco in regime di agricoltura biologica: prove di campo

Una delle più complicate avversità fitopatologiche da gestire in regime di agricoltura biologica è senz’altro l’afide: diverse specie di questo temuto insetto arrecano danni irreparabili ai frutti e, nei casi più gravi, anche alle piante. Difatti, grazie al suo elevatissimo potenziale riproduttivo, un successo parziale sull’abbattimento della popolazione può trasformarsi in un insuccesso nell’arco di pochi giorni.

Leggi tutto...

Biofumigazione su fragola

Lo stabile inserimento della tecnica della biofumigazione nelle rotazioni orticole è una delle possibili forme sostenibili in grado di apportare ai terreni agrari significative quantità di sostanza organica con un’azione ammendante e biostimolante. L’applicazione in pieno campo e in coltura protetta delle colture biocide è rinnovabile, biodegradabile, generalmente ipotossica e non contribuisce all’innalzamento dei gas serra, svolgendo un effetto di sequestro della CO2 nei terreni. Una “bioraffineria” che, attraverso un utilizzo integrale della biomassa, consente un impatto positivo sulla salute degli operatori e del consumatore.

Leggi tutto...

Insetti utili

Vi proponiamo alcuni interessanti approfondimenti riguardanti gli insetti utili. Imenotteri parassitoidi, acari predatori, nematodi rappresentano la base in una strategia di lotta integrata. Tra i vantaggi l'ecosostenibilità e l'azione prolungata.

Leggi tutto...

Coltivare la fragola bio conviene

Coltivare la fragola in biologico secondo il Reg. Ce 834/07 (relativo alla produzione biologica e all’etichettatura dei prodotti biologici) e il Reg Ce 889/08, è remunerativo poiché il prodotto viene apprezzato commercialmente sia dalla grande distribuzione organizzata sia dai negozi specializzati in Italia e nel nord Europa, in particolare in Germania, in Danimarca, in Svezia, in Austria e in Svizzera.
Coltivare la fragola biologica, però, non è semplice e richiede molti accorgimenti agronomici tra cui  la scelta del sito produttivo. Si consiglia una zona ben ventilata con microclima asciutto,  terreni poco sfruttati e ricchi di sostanza organica.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS